PERCORSO ORFF-EO

Orfeo, il cantore che con la sua lira ammansiva le bestie feroci e i custodi dell’Ade, e così vinceva la morte. Orfeo che placava le furie, che intonava il suo canto al suono dell’universo tanto che perfino gli alberi e le foglie, le acque e il vento e il fuoco si fermavano ad ascoltarlo. E dunque Orfeo, ovvero il potere che hanno  musica e suono di placare gli animi, di superare i confini  e liberare, risanando e creando armonia. E poi Orff, o meglio Carl Orff , il compositore che diede vita (oltre a molti lavori, come la sua versione dei celebri Carmina Burana) al metodo Schulwerk, ancora impiegato nella musicoterapia. Improvvisazione, unione di musica, parola e movimento, utilizzando  strumenti a percussione come tamburelli, triangoli, legnetti sonori, glockenspiel, xilofoni, metallofoni… tutto quello che oggi si definisce appunto  pedagogia e strumentario Orff. Lo impieghiamo anche qui, al nostro centro, in un approccio che si fonda sulla libertà di improvvisare e di giocare con i suoni, ma che allo stesso tempo si accompagna alla psicodinamica e alle neuroscienze. E lo abbiamo chiamato così perché tutto inizia con un suono, con una voce che prende vita. 

 

SEDUTE DI MUSICOTERAPIA

Sedute individuali o di gruppo, utilizzando la musica e gli elementi musicali  come suono, ritmo, melodia e armonia per  favorire la comunicazione, la motricità, la relazione, l’espressione e l’apprendimento. Oltre agli obiettivi terapeutici  si scoprono  le potenzialità fisiche, quelle cognitive ed emozionali, mentali e sociali. La musicoterapia diventa un toccasana, qui a Il Toccasuono, e aiuta a realizzare un’integrazione delle varie parti di sé e tra la persona e il mondo che la circonda.

 

MUSICOTERAPIA IN GRAVIDANZA

La gravidanza comporta una serie di cambiamenti non solo fisici ma anche psicologici; i mutamenti che avvengono durante i nove mesi sono talvolta accompagnati da momenti di ansia, stress, paura e affaticamento che possono impedire alla donna di vivere questo straordinario momento della vita in serenità. La musica in questo contesto può essere un valido strumento per aiutare la gestante a migliorare la sua salute emotiva: nelle sedute di musicoterapia la madre si prepara alla nascita del suo bambino abituandosi ad ascoltarne le azioni-reazioni motorie in risposta al suono della voce e della musica, ascoltando se stessa, i suoi ritmi interni ed il loro modificarsi con il procedere della gravidanza. Con attività musicali appositamente studiate si permette alla futura mamma di vivere con serenità i nove mesi dell’attesa, ma anche di imparare alcune tecniche che potrebbero servirle concretamente nel momento del parto. Questo le permette di vivere la nascita con consapevolezza e serenità, attenta e pronta ad assecondare i segnali provenienti dal suo corpo e dal suo bambino.

 

MUSICOTERAPIA PER BAMBINI

Il lavoro proposto, privilegiando la pratica dell’elemento ritmico-melodico,si offre come esperienza multisensoriale coinvolgendo gli ambiti ludico-espressivo, psicomotorio, verbale e logico-matematico, favorendo un armonico sviluppo dell’apprendimento e della personalità.Il gioco musicale offre l’opportunità di educare alla creatività e lega l’esperienza sonora infantile al bisogno ed al piacere di esplorare, di manipolare e acquisire linguaggi simbolici che caratterizzano lo sviluppo fisico e cognitivo di ciascun individuo. Lo scopo degli incontri consiste nel generare interesse e curiosità nell’uso degli strumenti musicali e della voce come mezzi di comunicazione e di scoperta della corporeità.

www.centrobenenzon.org

nuke.cesmme.it

PER MAGGIORI INFORMAZIONI E PER ISCRIVERTI AI NOSTRI CORSI CLICCA QUI